Torna all'homepage

 


Fra i clavicembali pi¨ antichi conservati nei musei ci sono senz'altro i clavicembali italiani.

Nonostante la loro etÓ, gran parte di essi si conservano intatti e funzionanti: questo Ë dovuto al modo molto particolare con cui venivano costruiti che ne faceva strumenti di liuteria. Questi strumenti erano estremamente leggeri di conseguenza bastavano delle corde fini e poco tese per poterli far suonare. E' merito di questa tensione ridotta se gli strumenti hanno durato tanto a lungo senza compromettenti deformazioni.

Essi hanno un suono molto presente e asciutto che li rende insuperabili per il basso continuo che si avverte netto nell'orchestra e per scandire i passaggi veloci e briosi di molta parte del repertorio barocco.

La loro proporzione e la loro finezza di costruzione li rende certamente i pi¨ belli fra tutti i clavicembali.

Torna agli strumenti

Cembali fiamminghi

Spinette poligonali

Fortepiano

A richiesta

Richiesta informazioni